chi siamo

filosofia di equilibri

Equilibri

tradizione | ricerca | autenticità

s. m. pl. [orig. luogo pensato per le persone,
dedicato ad inedite esperienze gastronomiche].

  • 1. TRADIZIONE, esperienza e artigianalità:
    ogni ricetta è memoria e tecnica, profumo delle origini e creatività.
  • 2. RICERCA, evoluzione e innovazione:
    l’identità di un piatto interpretata con fantasia, per far nascere emozioni.
  • 3. AUTENTICITÁ, qualità e affidabilità:
    il rispetto per la materia prima, la cura e l'attenzione in ogni fase della preparazione..

Equilibri

UNO STILE DI VITA

È un’attitudine, un approccio, un metodo.
È armonia e simmetria, è misura e coerenza, è proporzione e dialogo tra le parti di un tutto, è costanza e continuità nel tempo, è uno stile di vita.
Questa la filosofia di Equilibri.

Un luogo accogliente e versatile che si trasforma durante le ore del giorno per la colazione o un pranzo veloce, l’aperitivo o la cena con gli amici, la pizza gourmet o i menù d’asporto. Un progetto di esperienza culinaria che genera benessere, dove trasversalità significa essere completi, conoscere il dolce e il salato, la cucina come le infinite sfaccettature della gastronomia, l’alta ristorazione come la vera e pura semplicità. Un laboratorio di ricerca attento alla stagionalità dei prodotti a Km 0, in cui prevale la passione per i prodotti tipici e la sincerità degli ingredienti, dove tradizione e innovazione sono in armonia e ogni ricetta è identità ed eccellenza.

“Da Equilibri il menù varia continuamente, segue la stagionalità degli ingredienti. Qui cucina di tradizione e avanguardia si fondono, i sapori e il gusto devono essere veri, autentici”

Gastronomia

piatti da gustare anche a casa

Non solo un luogo di incontro, momento di sosta per il pranzo e la cena, Equilibri offre la possibilità di degustare le sue proposte culinarie anche a casa. Moltissime e varie le specialità giornaliere da asporto: dalla pasta fresca preparata ogni giorno rigorosamente a mano, ai piatti di terra o di mare, dalla pizza gourmet a basso contenuto di sale e di grassi alle conserve con le verdure marinate in aceto, sale e zucchero e conservate in olio. Tutti prodotti artigianali di altissima qualità.

“Abbiamo imparato a lavorare con tutti i prodotti possibili: primi, pesce, carni, pizze, dolci, dalle torte di pasticceria ai croissant ai pasticcini per il tè. Da Equilibri facciamo tutto noi, anche il pane”.

ricette

viaggio culinario nei valori di equilibri

1. TRADIZIONE

Esperienza e artigianalità: ogni ricetta è memoria e tecnica, profumo delle origini e creatività.


ravioli con erbette spontanee e ricotta
/tra - di - zio - ne /

INGREDIENTI:

erbette di campo (bietoline, spinaci,
rosoline, tarassaco) di Nonno Andrea,
semola Senatore Cappelli (grano
antico pugliese ad alta digeribilità),
uova fresche,
ricotta di latte vaccino.

Per la pasta: miscelare le farine nella bastardella della planetaria, aggiungere i tuorli sbattuti con il sale e l’olio d’oliva e lavorare con il gancio. Se la pasta risulta sgranata, aggiungere altro tuorlo. Mettere sottovuoto e lasciare riposare per 2 ore. Per il ripieno: lavorare tutti gli ingredienti nella planetaria per 2 minuti e finire impastando con una spatola. Stendere la pasta, con un sac à poche formare - alla distanza di 5 cm - delle montagnole di ripieno da 25 g, ripiegare, pressare i contorni e dare forma ai ravioli. Cuocere in abbondante acqua salata e servire con burro e salvia.

2. RICERCA

Evoluzione e innovazione: l’identità di un piatto interpretata con fantasia per far nascere emozioni.


spaghettino freddo, cime di rapa, caviale e salsa di acciughe
/ ri - cer - ca /

INGREDIENTI:

spaghettini, vongole e scampi freschissimi,
cime di rapa, spicchi di aglio,
alcuni filetti di acciughe del Cantabrico,
panna, caviale, un po’ di pomodoro confit,
fior di sale, olio extravergine d’oliva doc
olio al peperoncino.

Per le vongole: aprire le vongole in un pentolino, filtrare la loro acqua e freddarla. Per lo spaghettino: cuocere gli spaghettini, scolarli e freddarli nell'acqua delle vongole con due cubetti di ghiaccio e un filo di olio d’oliva. Per la salsa di acciughe: mettere l'aglio in camicia in un pentolino con dell'acqua fredda e far bollire per due minuti, scolare e ripetere l'operazione. Alla quarta volta farlo bollire con del latte. Stemperare le acciughe in una padella e aggiungere l'aglio privo di anima e buccia. Aggiungere la panna e far cuocere per 3 minuti, filtrare con un passino prima dell'uso. Per gli scampi: curare gli scampi privarli del butellino, batterli a coltello e condire con fior di sale e olio. Per le cime: curare le cime sbollentarle per un minuto in acqua salata e poi freddarle in acqua e ghiaccio, saltarle in padella con un filo di olio e salare. Versare la salsa di acciughe sul fondo del piatto, arrotolare gli spaghetti e appoggiarli sulla salsa, condirli con gli scampi, le cime, il caviale e qualche cubetto di pomodoro confit. Versare sopra qualche goccia di olio al peperoncino e servire freddo.

3. AUTENTICITÁ

Qualità e affidabilità: il rispetto per la materia prima, la cura e l’attenzione in ogni fase della preparazione.

gambero in pasta kataifi con cappuccio viola e maionaise all’aceto balsamico tradizionale
/au - ten - ti - ci - tà /

INGREDIENTI:

gamberi freschissimi,
fette di lardo di Colonnata,
1 litro d’olio di semi di arachide per frittura,
1 pacco di pasta kataifi, del cappuccio viola.

Per la salsa balsamica: q.b. di sale e di pepe, aceto balsamico, scalogno, olio extravergine d’oliva DOC, dragoncello, maionaise. Preparazione della ricetta: sgusciare i gamberi e avvolgerli con le fettine di lardo di Colonnata e della pasta kataifi. Friggere in olio di arachidi a 180 °C. Servire con la salsa balsamica su un letto di cappuccio viola. Preparazione per la salsa balsamica: montare l’aceto balsamico come fosse maionaise aggiungendo a filo l’olio extravergine di oliva. Aggiungere la maionaise, lo scalogno tritato finemente e il dragoncello. Rifinire con sale e pepe q.b.

menù

dalla colazione alla cena

  • Giorno
  • Sera
  • Dolci
  • Gastronomia
  • Bar

Giorno

Sera

Dolci

Gastronomia

Bar

Davide Croce

CHEF

Molisano di nascita e veneto di adozione, prima di intraprendere la strada dell’alta cucina, Davide Croce milita a lungo nelle file della Benetton Basket come cestista. Si dedica poi al suo secondo talento, la ristorazione, diventando lo chef di Villa Minelli, sede storica dell’azienda trevisana. Una passione che nasce in famiglia e affonda le radici nei segreti culinari della mamma e della nonna, che negli anni grazie alle numerose esperienze ha preso forma compiuta. E oggi si rivela in Equilibri.

“Amo la cucina in tutte le sue sfumature: dalla cucina tradizionale a quella d'avanguardia, dalla pizza ai dolci, fino ad arrivare ai più ricercati prodotti gastronomici. Faccio solo distinzione tra ciò che è buono e ciò che non lo è”.

“La passione nasce da qualcosa di vissuto che cerco di attualizzare e personalizzare”.

catering

I profumi e i sapori di Equilibri per tutte le occasioni

Alle proposte per il ristorante, Equilibri affianca il servizio di catering con uno staff dedicato, professionale ed esperto. In ogni occasione – per eventi, cerimonie, ricorrenze, meeting aziendali, feste private - sarà possibile gustare originali ricette in linea con la filosofia di Equilibri, caratterizzata dalla ricerca di materie prime di alta qualità, ingredienti freschi e genuini, eleganza e cura in ogni dettaglio, un’ampia selezione di vini pregiati. I menù sono ideati su misura in base alle diverse esigenze.

  • matrimoni
  • cerimonie
  • feste
  • rinfreschi
  • eventi
  • pranzi / cene a domicilio
  • colazioni di lavoro
  • meeting
  • pranzi / cene di lavoro


  • menù su misura
  • servizio tovaglieria e posateria
  • personale esperto