Hai mai sentito parlare del maiale/pecora di Mangalica?
Jolanda de Colò sbarca da Equilibri.

ristorante-equilibri
jolanda-de-colo-mangalica

“Si tratta di un suino che vive allo stato brado, assolutamente incompatibile con l’allevamento industriale…”

Maiale/pecora?!

Una delle cose che (forse) non sapete del maiale-pecora, è che esiste davvero!  Le sue origini sono sconosciute ma si ipotizza che provenga dall’incrocio tra maiale e cinghiale.
È una razza tipica dell’Ungheria, tutt’oggi molto utilizzata per insaccati e salumi: il salame ungherese su tutti.
Nel ‘73 il governo ungherese la dichiarò razza protetta e, solo sul finire degli anni ‘90, il maiale-pecora fu salvato dall’estinzione.

Proprio come il più famoso Jámon Iberico, anche il prosciutto di Mangalica è ricercatissimo; a paragone del collega spagnolo, il grasso del maiale ungherese è ancora più morbido. Anche per questo, qualche ardito, si è spinto a paragonare la carne di maiale-pecora al kóbe giapponese:
il grasso si scioglie guardandolo.

“È stata un’avventura ritrovare la lavorazione di questo maiale che sviluppa una serie di qualità e di sapori distintivi e che rappresenta oggi una delle produzioni di qualità di Jolanda de Colò.”

Da oggi il Mangalica arricchirà le nostre Pizze.

Prosciutto crudo di Mangalica “Jolanda de Colò”, stracciatella di bufala, pomodorini confit rossi e gialli, scaglie di caciocavallo e valerianella.

La “Pala Mangalica” ti apetta!

equilibri-pala-mangalica
equilibri-pala-mangalica-01